mercoledì 6 gennaio 2010

PERCHéPOISItorna


Sprazzi di vita.
Salite, discese.
Obliterare.
Cercare un posto.
Sedersi.
Affacciarsi a vedere un panorame che fugge via velocemente.
Ti lascia solo un secondo o poco più
per essere assaporato.
Poi in fondo lo conosci,
non ha niente di nuovo,
ma se riesci ad andare oltre la sua staticità,
scorgi particolari sempre nuovi.



Di nuovo attese a fermate.
Per salire su stomaci arancioni
che ad ogni fermata vomitano passeggeri.
Volti,
che celano dietro storie.
Che non conoscerò mai,
che potrei conoscere,
che non immagino neppure,
che posso intuire.
Nervosismi palpabili,
tranquillità.


Tuffarsi ancora nel mondo.
Si torna.
_Combattere_ con la fervida mente, attraverso mondi esaltanti e irreali_un'assurda monotonia.


19 commenti:

  1. La città è una giungla, dove i mezzi pubblici sono le liane che ci fanno spostare da un ramo all'altro.

    A volte ci si guarda attorno... altre ci si perde nei propri pensieri... altre ancora si studiano i passeggeri dei nostri stessi mezzi...

    Ci sono milioni di vite nascoste dietro ad ogni volto.

    RispondiElimina
  2. ...siamo parafrasando una canzone di Raf "passeggieri distratti"...
    ...Anime inquiete che vagano affannosamente...
    Buon viaggio

    Back

    RispondiElimina
  3. Combattere la monotonia...a volte mi assale un enorme senso di inutilita', come se non ricordassi niente per cui valga la pena aver vissuto...la stessa cosa dei sogni, possono essere bellissimi, ma se non li ricordi, come puoi dire di averli fatti?
    Infatti il mio obiettivo per questo nuovo anno e' arrivare a fine giornata pensando che, almeno per un piccolo particolare, non e' stato un giorno sprecato...
    Grazie per la mail...e buon ritorno al lavoro, io ho ripreso lunedi...i giorni di stop in montagna mi hanno fatto bene, ma a lungo andare l'inattivita' protratta nuoce assai al mio equilibrio mentale...
    Buona serata, ti abbraccio!
    Dony

    RispondiElimina
  4. Ogni tanto sento il bisogno di prendere il treno e andare via lontano, libera da tutto finalmente...Adoro i treni, le partenze,i viaggi, le stazioni, le nuove città, viaggerei sempre, peccato che viaggio poco ..:) Che bello domani ritorni nel tuo mondo, vengo anch’io invece che iniziare la scuolaaaaa :):)
    Sogni d'oro a te e Alice, vi abbraccio forte, vado a rifugiarmi nei sogni dell'oblio....

    RispondiElimina
  5. Immagini Che si Piegano Come Gambi d'Erba Sui Campi. Fermare Il Cielo Tra Due Dita e Immaginarlo a Rovescio.
    ...Rigurgido Di Pensieri Colti Da Istanti, Distanti. Anch'Essi Come Noi, Tornano Prima O Poi. Si, Si... Sempre Dentro.
    Che Sentire Stupendo....

    Notte Meraviglia.
    Sogni Dolci Come Caramelle.
    Ripiene...

    Esiste Quella Fermata.

    RispondiElimina
  6. Tuffarsi nel mondo vero?.. A me piacerebbe.. credo.
    La vita.
    solo nominare questa parola.. mi fa paura.

    RispondiElimina
  7. Mi piace un sacco questo post...un pò metafora della vita,no?

    RispondiElimina
  8. Io credo che si torni perchè, alla fine, non possiamo vermaente mai scappare da noi stesse e dai nostri demoni... Ovunque andiamo, là ci troveremo... E quello che spero, perciò, che mi auguro, è di riuscir a fare un tuffo nella mia vita e poterla assaporare davvero...

    RispondiElimina
  9. siamo i cuori ammalati delle città sopravvissute

    RispondiElimina
  10. Si scappa, si sfugge, si sale e si scende... Ma poi si torna...
    Eh sì, si torna sempre a fare i conti con le nostre paure e con i nostri perchè??!!
    Mai mollare, solo affrontare...
    Monotonia o allegria non lo so.. Anche questa è VITA!!!

    RispondiElimina
  11. La voglia di urlare me l'hai fatta venire tu...ho ripensato al tuo post: lasciateci il vostro urlo, lì avevo detto che la cosa che piu' mi faceva urlare era amare e non essere amata...e allora l'ho capovolto nel mio piu' grande desiderio, sperando di schiodarmi dall'ossessione per lui, o sara' molto difficile che si realizzi...
    Pero' grazie, cio' che scrivi tu lascia sempre un segno indelebile nel tempo!
    Un abbraccio principessa coraggiosa, siamo molto piu' forti di quanto ci illudiamo di NON essere!!!
    Dony

    RispondiElimina
  12. E. :)
    Hai ragione. Graie di aiutarmi capire ogni volta un po' di piu.
    Ti voglio tanto bene, un abbraccione.
    Dolce notte a te e ad Alice.

    RispondiElimina
  13. Concordo con aisling..prenderei un treno..


    ma x venire da voiiiiiiiii e abbracciarvi forteeeeeeee


    Sensazione di tempo sprecato k ho.
    Fastidio.
    Spegnimento.
    Paura.

    Odio questo essere cosi statico.
    L'altalena continua.

    vi abbraccio forte!
    scusate se sn stata un pò contorta, spero abbiate capito xD

    RispondiElimina
  14. Se bisogna combattere, combatteremo! è_é7
    GANBATTE!!!! ><

    ps: l'altro giorno sono andata a mangiare in un posto a tema "Alice in Wonderland" e mi siete venute in mente! xD Tutto il servizio di piatti/tazzine/posate riportava frasi del libro e illustrazioni di Tenniel...

    RispondiElimina
  15. Uhm
    E lo shopping non lo citi?
    HAUAHAUAHAU
    *______________________*

    RispondiElimina
  16. il mio rapporto con i treni è sempre stato conflittuale. un amore e odio. il treno mi ricorda la morte di mia madre, il suicidio di un amico, lo shock di una drogata che voleva trascinarmi in mezzo all'autostrada. Ma poi mi ricorda l'amore, i viaggi sola per l'Italia a scoprire luoghi persone e esperienze, e mi ricorda la mia bionda, la mia compagna di sventure e di vita, la mia migliore amica.
    Ma i treni saranno per me, nel bene e nel male, un punto focale, e mi ispireranno per sempre fascino e poesia.

    RispondiElimina
  17. ciao piccola
    sono sempre io, solo che ho cambiato nome al blog e mi sono accorta che molte di voi non riescono più a trovarmi
    http://sognilacerati.blogspot.com/
    sono sempre qui.

    mitici cure!

    RispondiElimina
  18. che bel post

    così tremendamente realistico

    uffi

    RispondiElimina
  19. Obliterare.
    Ora M'Accorsi...

    In Tondo è La Meraviglia. L'Avverto.
    Buon Inizio.

    RispondiElimina