lunedì 19 aprile 2010

RE [sUbUrbani lamenti]

Riposto..il post di ieri...visto che mi è giunta la voce..che non si riesce a commentare e/o leggere...mi spiace..ma farò a meno delle immagini...

A voi:

Suburbani lamenti, mentre l'edera metalizzata dal monossido di carbonio, rende pietre antiche e corrose dall'acidità della pioggia, cianotiche.

Tonalità fredde, come il soffocamento, dipingono l'aria, quella stessa che trasporta [suburbani lamenti].

Polveri passano di mano in mano,
di naso in naso,
di ago in ago...
mentre "mentine" si sciolgono a contatto con gli acidi cloridrici di stomaci forgiati a combattere anfetaminiche battaglie...
gole arse, intimidite da etanolo cammuffato con nomi simpatici e cannucce multicolor... sete insaziabile...
[suburbani lamenti].

La normalità è una condizione relativa quanto vivere su una palla sospesa in un universo regolato da formule e numeri, più o meno reali, da menti ormai non umane.
Giriamo su noi stessi e insieme giriamo attorno ad una palla infuocata che brucia idrogeno, solleticando, ignari, corpi celesti.

Sconti speciali in un cinema polveroso dove in scena sono le vicende di attori in bianco e nero, senza voce, ma con sole espressioni, più polverosi del cinema stesso.
Bollenti asfalti creano divisioni mastodontiche lasctricate di cartelloni pubblicitari ricchi di 3X2 per nuove e caste vite.
Lavanderie con grosse cesta di anime in ammollo, un puzzo di varechina, quella per smacchiarle e renderle come la piccola tunica nivea che si indossa nel ricevere blasfemi perdoni per peccati non ancora compiuti...
AmeN.
"Avrai tutto il tempo per rendere impuro il tuo corpo e la tua mente, piccola vita che vagisce, paghi ora per ciò che farai o forse, non farai mai".

[Suburbani lamenti]....Alleluia, alleluia.

Scavalcando i "sE" e abbattendo i "mA" ti puoi anche fare discretamente strada in una giungla di alfabeti senza alcun significato, al di là di proiezioni oniriche dai grossi denti cariati, al di là di vaneggiamenti e indicibili traversie, al di là di... [suburbani lamenti].

Stridono strumenti, accordati sul LA stonato di [suburbani lamenti], un suono amplificato scandisce le note di una società che vive nel deley, ormai in ritardo e in anticipo su tutto, registra e riemette sconnessamente respiri che sono solo echi.

Le inspirazioni sono un snuff movie, esseri indossano maschere pornografiche e alienano le loro piccole esistenze rendendole ridicole come uno spettacolo di clown che lascia solo amarezza dopo aver riso fino alle lacrime ed essersi resi conto che...bè...non ci si ricorda nemmeno più che suono ha una risata, le risa sono echi lontani...di [suburbani lamenti].

Le mie papille gustative sono tremendamente eccitate dall'aroma di vaniglia Bourbon, non hanno periodo di refrattarietà, euforia, involontari movimenti ed emissione di gemiti suburbani, leggera stanchezza e bisogno di riposo...
ancora...
ancora...
ancora...

Sai, mi fà arrossire il tuo sapore, 4-idrossi-3-metossibenzaldeide, potrei leccarti per ore e rimanere alla fine inerme.

Muse contorte si divincolano in una mente ansimante di [suburbani lamenti], desidero l'immeritevole titolo di "scrittore".

[Tempero matite e spezzo la punta implacabile]

Le narici del condominio annusano il lunedì alle porte.

[sUbUrbani lamenti]

19 commenti:

  1. guarda che c'è qualcosa che non va... quando si entra nel tuo blog, si vedono solo i 2 ultimi post: spariti l'archivio, i sostenitori, le immagini laterali... il tutto ricompare quando si clicca x lasciare un commento (solo su qs post, quello di prima nn si può commentare)... prova ad entrare non loggata, così vedi..
    un bacio

    RispondiElimina
  2. Invece è tutto normale,ora(il blog).
    Perchè odio la parola "normale".

    "Non normale,non sei normale,è normale,diventa normale,torna normale."

    "Normalità"c'è chi usa pericolosamente questa parola.

    Beata inconsapevolezza.
    Spero che il lunedì sia andato bene a tutto il condominio...

    RispondiElimina
  3. Ma queste cose le scrivi tu?

    RispondiElimina
  4. Anzitutto credo che l'allarme lanciato da Martita sia rientrato, si vede tutto e si riesce anche a commentare, anche se Blogger in questo senso da' i numeri da alcuni giorni, e anche quando pare che non ci siano nuovi commenti, aprendo la finestra si scoprono invece delle sorprese...ma veniamo al post, perche' anch'io sono rimasta colpita dall'affermazione sulla normalita' come condizione relativa.
    Credo che il concetto di normalita' sia ambiguo, poiche' presuppone l'esistenza di parametri che definiscono chi e' normale da chi non lo e'.
    Esiste così il rischio di etichettare le persone e di creare delle patologie anche dove non ve ne sono.
    E' un tema molto controverso, ma fondamentalmente penso che nessuno possa reputarsi completamente " normale", stando al significato piu' stretto del termine.
    La presunta normalita' puo' essere una condizione variabile, influenzata da parecchi fattori.
    Il corollario di questo termine e', a mio avviso, la discriminazione che ne deriva: chi non rientra in certi canoni " normali" e' segnato, con inevitabili effetti di emarginazione sociale.
    Per questo motivo, la parola " normalita'" nasconde sempre una pericolosita' intrinseca.
    Per il resto, sono strafelice che le parole, seppur sottoforma di suburbani lamenti, stiano finalmente tornando...
    Un grandissimo abbraccio!
    Dony

    RispondiElimina
  5. ragazze, io ho ancora lo stesso problema di Martita:( e questo post ieri non l'avevo visto...
    comunque per quanto riguarda il vostro post, io OdIo la parola normalità... non ne ho mai nemmeno compreso il significato, ne ci tengo ad esserlo per il semplice fatto che, troppo spesso fa rima con *omologato*... e in più, come dice Donatella, si rischia di etichettare troppo facilmente le persone...
    buon inizio settimana=)
    Alice*

    RispondiElimina
  6. Sono senza parole.
    Giuro.
    Non ce le ho.


    Tanto di capello.
    Cavolo cavol cavolo.
    Ma è opera tua??
    Sennò ti prego dimmi ki ha scritto queste coseeeeee xD

    RispondiElimina
  7. un capolavoro tuo o di Alice?
    :)

    Clelia

    RispondiElimina
  8. certo che è opera sua!!
    come al solito scrivi stupendamente..
    peccato per le immagini..
    grazie mille per tutti i tuoi commenti.. sì, spero anche io in qualche sprazzo di colore.. ma oggi va un po' meglio, per fortuna.
    ti saluto

    RispondiElimina
  9. Questa è una vera e propria opera d'Arte!
    Complimenti!!!
    Hai trattato temi di forte attualità con poesia.
    Meravigliosa!!!!!
    Se non si fosse capito, sono entusiasta del tuo post!

    RispondiElimina
  10. Certo che è opera del condominio!
    Mi spiegherai un po' perchè letto così con un distacco di diversi giorni da te è incapibile.
    O almeno per me si.

    RispondiElimina
  11. W il condominio, questo post è da Nobel :D

    RispondiElimina
  12. é post pank! meraviglioso!

    RispondiElimina
  13. Mio Dio, che ossessione sono gli elenchi numerati, eppure oggi mi pareva di non uscirne piu'...
    Comunque niente crocifissione, solo qualche sega mentale di troppo, tranquilla...

    Ora una comunicazione di servizio: sono entrata nel tuo blog non tramite la bacheca ma cliccando sul tuo nick dopo che mi hai commentata...purtroppo il problema segnalato da Martita sussiste, e solo aprendo i commenti di questo ultimo post ricompare tutto il blog, altrimenti e' tabula rasa, si vedono gli ultimi due post e poi non scorre piu' la pagina...
    Prova ad eliminare il post precedente e vedere che succede...mi sa che e' proprio quello la causa di tutto...
    Un abbraccio e buona notte...
    Dony

    RispondiElimina
  14. Grandiosa...stavolta e' sistemato davvero...
    Notte!!!
    Dony

    RispondiElimina
  15. Muse contorte, ma indubbiamente ispirate... :-)

    Un abbraccio!

    E.d

    RispondiElimina
  16. Grazie mille! Il prossimo dovrebbe essere l'ultimo capitolo, speriamo bene;)
    Preferisco, nel mio piccolo, descrivere alcune realtà come sono. L'amore non è sempre "e vissero felici e contenti", o no?;)

    RispondiElimina
  17. lascio un abbraccio anche quì!=)))


    presto recupererò il cell e ci sentiremo^^

    RispondiElimina
  18. cavolo quanto t'invidio! Scrivi da Dio..Starei giornate intere a leggere il tuo blog!

    RispondiElimina
  19. Grazie per approvato l'idea!!!!
    Stavo giusto pensando che le mie manine di fata valgono come cuoca ma un po' meno come fotografa, pero' in questo momento mi sto abbuffando di motivazione per iniziare il piu' presto possibile!!!
    Buona notte principesse...
    Un grandissimo abbraccio.
    Dony

    RispondiElimina